Notizie ed Eventi Notizie da PugliesiPadova

La storia del Kosovo parte della storia dei Balcani - 10 anni di Indipendenza

Feb 20, 2018
La storia del Kosovo parte della storia dei Balcani - 10 anni di Indipendenza

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, l’invito all’evento “La storia del Kosovo parte della storia dei Balcani - 10 anni di Indipendenza” organizzato dagli amici dell’ Associazione Culturale Italo-Albanese BESA di Padova, ove sarà relatore il nostro presidente, Donato Coluccia. Buon compleanno Kosovo!

Sala Carmeli, Via G. Galilei, 36 Padova

INGRESSO LIBERO

L’Associazione Culturale Italo-Albanese “BESA”, per celebrare i 10 anni dell’Indipendenza del Kosovo, organizza: domenica 11 marzo 2018 alle ore 10.30 presso la Sala Carmeli, in Via G. Galilei, 36 - 35121 Padova, il convegno “La Storia del Kosovo, parte della storia dei Balcani – 10 anni di indipendenza” (si veda l’allegato 1).

Il 17 febbraio del 2008 a Pristina è stata proclamata l’Indipendenza di un territorio con maggioranza albanofona, dando vita allo Stato più giovane d’Europa, la Repubblica del Kosovo. Tale passo è stato compiuto dopo quasi 100 anni di sacrifici e lotte del suo popolo che hanno segnato la storia più recente dei Balcani. Una data che ricordano tutti è 1999, dove anche l’Italia partecipa alla campagna militare dell’Alleanza NATO per fermare gli orrori dell’esercito e dei paramilitari serbi, ma non solo; l’intervento internazionale mira altresì di interrompere l’esodo biblico e la grave crisi umanitaria che aveva portato la popolazione albanese ai limiti della sopravvivenza umana.

Le recenti guerre nella ex Jugoslavia hanno portato diverse comunità a rifugiarsi nel territorio italiano. Un numero considerevole di loro, in particolare kosovari, vive a Padova da ormai 25 anni, ben integrati nel tessuto sociale, lavorativo e culturale.

Nonostante lo Stato del Kosovo abbia solo dieci anni di vita i passi fatti per lo sviluppo del territorio all’insegna della fragile pace sono notevoli. Dopo la terribile guerra e con l’intervento delle missioni UNMIK (delle Nazioni Unite) ed EULEX (della Comunità Europea) si è potuto lavorare nel tentativo di sanare le ferite e di superare l’odio interetnico, un obiettivo non facile da raggiungere. Il merito va alla costituzione del Kosovo che riconosce in egual misura gli stessi diritti ai cittadini di tutte le etnie presenti nel suo piccolo territorio (10.908 km2) ed è per questo, che il piccolo stato vuole essere un esempio positivo non solo per i Balcani, ma per il Mondo intero; Kosovo vuole essere un modello di ricostruzione di un territorio multietnico dopo gli episodi bellici.

L’evento di Padova, promosso dall’Associazione Culturale Italo-Albanese “Besa” con il patrocinio del Comune di Padova, dell’Ambasciata del Kosovo in Italia e in collaborazione con Promex, vuole presentare non solo i fati recenti del nuovo Stato, ma anche la sua storia e cultura secolare, nel tentativo che il sapere e la cultura possano essere ponti verso un futuro migliore, un futuro senza guerre.

Dott.ssa Vojsava Zagali

Presidente dell’Associazione “Besa”

Padova, 20 febbraio 2018